Il cosiddetto “modello di business aziendale” descrive le logiche secondo cui un’organizzazione crea, distribuisce e raccoglie valore per sé e per gli  stakeholders come, ad esempio, clienti, fornitori e dipendenti.

Nonostante la capacità di reazione delle imprese e le speranze legate alle vaccinazioni, fare business come prima del Covid sembra una chimera e si sente parlare sempre più di “nuova normalità”. 

Ma cosa significa “nuova normalità”? In pratica consiste nell’assumere come stabile e valido il modello di business da remoto che è stato sperimentato duranti i lockdown in numerosi settori produttivi in tutta Italia.

In base a questo modello, ci si aspetta che le aziende pianifichino, nel lungo termine, l’attivazione di piattaforme tali da permettere l’interazione remota del personale e che le stesse aziende siano in grado di raggiungere un livello di produttività uguale o superiore a quello prodotto dalle postazioni organizzate in ufficio.

La progettazione del nuovo modello di business punterà di certo su:

  1. digitalizzazione e la capacità di innovazione;
  2. una maggiore capitalizzazione per fare investimenti di lungo termine;
  3. nuovi modelli operativi e organizzativi snelli, efficienti e sostenibili;
  4. strategie per aumentare il welfare aziendale del proprio personale;
  5. espansione del proprio mercato di riferimento oltre i confini nazionali
  6. diversificazione dei prodotto e/o servizi.

Il rallentamento dei consumi e la ridotta mobilità dei consumatori hanno favorito un modello di business on demand, basato cioè sull’accesso al servizio anziché sulla proprietà del bene, e questo si traduce in un aumento di servizi on-line da gestire da parte delle aziende.

Il Governo italiano, fortunatamente, ha predisposto diverse le agevolazioni alle imprese per accelerare i processi utili ad affrontare le future sfide digitali. Tra i diversi decreti emanati, il PNRR (Piano nazionale di ripresa e resilienza) metterà in campo misure che daranno impulso proprio a digitalizzazione e innovazione,  competitività. 

Adeguare la propria azienda al nuovo modello di business da remoto sarà, con ogni probabilità, la strada da seguire per ottenere i maggiori benefici possibili dalla nuova normalità.